Blog

July 27, 2016

Quale scaldabagno scegliere?

Lo scaldabagno può essere alimentato sia a energia elettrica che a gas, e consente il riscaldamento dell’acqua per uso domestico.

Essendo oggi presenti sul mercato diverse tipologie, alcune delle quali consentono di risparmiare notevolmente sulla bolletta, è bene farsi consigliare da un buon idraulico, in modo tale che possiate conoscerne caratteristiche e tipologie, scegliendo il modello giusto per voi, dopo aver valutato e confrontato tra quelli a disposizione in base ai criteri di qualità e prezzo.

I modelli alimentati a gas e quelli elettrici, hanno diversi criteri di funzionamento.
Quello elettrico, più diffuso, nonostante sia meno economico a causa del massiccio impiego di energia elettrica adoperata per scaldare e mantenere l’acqua a temperatura, è composto da un fusto, il serbatoio, all’interno del quale è collocata una serpentina alimentata elettricamente.

Una volta acceso l’interruttore, la serpentina inizia pian piano a scaldarsi,

scaldando anche l’acqua contenuta nel fusto attraverso il termostato che accende e spegne la serpentina, ad una temperatura costante compresa fra 35°C e 60°C.

Uno dei motivi che l’idraulico ci illustrerà per distoglierci da una scelta simile, è sicuramente come già accennato il dissipo di energia, in quanto uno scaldabagno di questo tipo, affinché l’acqua resti calda, rimane acceso per la maggior parte del tempo, poiché l’acqua tende a raffreddarsi velocemente all’interno del serbatoio.

Quello alimentato a gas invece ha una modalità diversa di funzionamento: una fiamma del gas scalda il flusso di acqua che scorre all’interno in maniera istantanea: aprendo il rubinetto dell’acqua calda, lo scaldabagno a gas, caldaia, si attiva scaldando via via l’acqua che gli passa all’interno.

L’idraulico, vi spiegherà che la temperatura dell’acqua è costante e può essere impostata con apposita manopola in base al proprio gradimento. Fare una scelta del genere è preferibile, basti guardare al notevole risparmio di gas, essendo questo erogato soltanto all’apertura del rubinetto dell’acqua calda.

Il gas adoperato per lo scaldabagno può essere sia il metano che il GPL i cui costi sono sicuramente inferiori se confrontati con quelli spesi per l’energia elettrica.

News
About prontoidraulico